Domanda: Pannelli fotovoltaici fai da te?mi potete dire cosa mi serve per costruire dei pannelli fotovoltaici? 10 punti al miglioreRisposta:Pannelli fotovolatici sul tetto di un’abitazioneDa oggi è possibile trasformare la...

Pannelli fotovoltaici fai da te?




Domanda: Pannelli fotovoltaici fai da te?
mi potete dire cosa mi serve per costruire dei pannelli fotovoltaici? 10 punti al migliore

Risposta:


Pannelli fotovolatici sul tetto di un’abitazione

Da oggi è possibile trasformare la propria abitazione in una piccola centrale elettrica grazie ad una fonte inesauribile e non inquinante: il sole.
La soluzione è installare sul tetto o a terra un impianto fotovoltaico ed usufruire degli incentivi provenienti dal meccanismo di incentivazione pubblica “in conto energia”. Attraverso di esso l’energia elettrica prodotta dall’impianto viene remunerata per venti anni dal Gestore dei Servizi Elettrici (GSE Spa).

Il “conto energia” incentiva l’energia prodotta da impianti di piccole, medie e grandi dimensioni connessi alla rete, in altri termini idonei sia per le piccole utenze domestiche che per le grandi aziende.

Enel.si è in grado di fornire tutto il supporto necessario per:

* la fase di valutazione di fattibilità;
* la presentazione della domanda al GSE Spa
* la realizzazione dell’impianto.

Il prodotto

Un impianto fotovoltaico è costituito da un insieme di apparecchiature che consentono di trasformare direttamente l’energia solare in energia elettrica.

Gli impianti per la produzione di energia elettrica mediante tecnologia fotovoltaica presentano diversi vantaggi, tra i quali i più significativi sono:

* assenza di qualsiasi tipo di emissioni inquinanti;
* risparmio dei combustibili fossili;
* estrema affidabilità poiché non esistono parti in movimento (vita utile superiore a 25 anni);
* costi di manutenzione ridotti al minimo;
* modularità del sistema (per aumentare la taglia basta aumentare il numero dei moduli).

Una prima classificazione delle tipologie di impianti fotovoltaici può essere la seguente:

* impianti autonomi funzionanti in isola (stand-alone);
* impianti collegati in parallelo alla rete elettrica pubblica (grid connected);

Questi ultimi generalmente non dispongono di dispositivi di accumulo di energia (batterie) e in caso di black-out non possono garantire l’elettricità all’utente proprietario dell’impianto.

E’ importante sapere che l’incentivo statale in conto energia può essere richiesto solamente per impianti connessi alla rete.

Una ulteriore classificazione può essere fatta in base alla potenza degli impianti:

* impianti di potenza non superiore a 200 kWp;
* impianti con potenza superiore a 200 kWp.

La prima tipologia raccoglie un insieme di impianti particolarmente indicati per installazione su immobili di privati cittadini, di attività commerciali e di piccole aziende; una realizzazione simile comporta limitati oneri amministrativi e gestionali ed ha il vantaggio di poter usufruire del servizio di “Scambio di energia alla pari” (Net-Metering) erogato e gestito dal GSE Spa.

Aggiungi la tua risposta nei commenti!

Related posts: